Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

Che organizzazione la Palermo H13:30!

2014MaratoninaTerrasini[1]

Un’altra tappa verso quota 3000 dell’Etna è stata superata. Oramai la prossima performance sarà quella che mi porterà dalle acque di Marina di Cottone alle piste dei crateri sommitali del Mongibello. Ma per la “gara” mancano ancora 40 giorni e chilometri di strada e di salite dovranno essere percorsi. Parliamo della gara di oggi. Terrasini è sicuramente accogliente e i podisti, con tutte le loro stranezze (oggi qualcuno non si è reso conto della “blasfemia” e ha lasciato un “corposo” ricordo dietro una cappelletta votiva dedicata alla Madonna … credo!) vengono tollerati e incitati come in nessun’altra località isolana.
Il meteo prevedeva pioggia … e pioggia non fu! Un po’ di nuvole, mai minacciose, ci hanno regalato raggi di sole a intermittenza e soltanto sul litorale si è sofferto un po’ di più il caldo.
Partenza affollatissima con il solito ingorgo a 50 metri dal via che ci sono voluti un paio di minuti buoni per sciogliersi.
Dopo gli allenamenti lenti di queste ultime settimane ero indeciso sul tipo di corsa da disputare e una volta tanto ho deciso di non strafare e di risalire gradatamente l’intero gruppo.
Dopo un chilometro e mezzo la prima delusione … “u zu che arrucia” ha marcato visita quest’anno e se ne sta comodamente seduto senza la mitica pompa aspergitrice … anche lui è stato tradito dal meteo!
Primo giro sul piede dei 30 minuti in buona scioltezza … pensavo di andare più piano!
“U zu che arrucia” ci ha ripensato e al secondo giro, anche da seduto, ha recuperato la sua pompa e generosamente innaffia i podisti … auguri e applausi si sprecano … un mito … ci voleva proprio perchè il sole comincia a picchiare!
Il gruppo è oramai sgranato, vado recuperando posizioni su posizioni e raggiungo una podista che dalla silhouette mi sembra di avere già incrociato ad Aspra … ad Aspra mi lasciò sul passo all’ultimo chilometro … decido di seguirla … mi porterà all’arrivo e forse riuscirò a regolarmi. La podista non è però in giornata. Senza dirle nulla la precedo di pochi centimetri e le faccio l’andatura. Dopo un paio di chilometri mi ringrazia per il supporto e mi chiede l’andatura … andiamo da 4 e 30. Le chiedo quanto dovrebbe fare … 1 h e 29 … ma non è aria. Mi invita a seguire la mia andatura e forse per il timore che mi possa “sacrificare” rallenta … come mi ha insegnato un amico “il podista è solo” e ognuno deve fare la sua corsa secondo le proprie sensazioni.
Continuo sul passo e chiudo il secondo giro in 31 minuti scarsi.
La corsa è oramai fatta. Potrei andare da 5 minuti a km e chiudere intorno a 1 e 35 ma provo a vedere dove posso arrivare. La media continua a essere buona e questa volta vengo raggiunto soltanto da un gruppetto di 5 o 6 podisti … nel terzo giro non perdo più di 10 posizioni. Quasi senza rendermene conto sono all’ultimo km e dietro di me non c’è nessuno per molti metri … non c’è neanche bisogno di fare l’allungo finale … anche Terrasini è finita.
E’ stata una bella gara … non ho sofferto e il problema al “brachiale” non mi ha impedito di divertirmi senza sentire dolore. Cosa vuoi di più dalla vita?
Buone le prestazioni dei compagni H13:30. Antonello Cinquegrani credo che abbia fatto una prestazione superlativa e ha regolato sia Filippo Castiglia che Alfonso Lo Presti. A seguire tutti gli altri che hanno onorato l’impegno e credo che si siano divertiti non poco!
Alla prossima.
P.S. Grazie naturalmente all’organizazzione H13:30 e al dirigente Irresponsabile di turno … un grande Nino Genova che andava distribuendo pettorali anche durante la corsa … un grande … ma l’euro di resto quando lo avrò? Forse è per questo correva così veloce?

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica