Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

Io corro da solo. Ma … a proposito di un allenamento in compagnia!

percorso_piano-stoppa

 

Una delle prime cose che mi insegnò il mio mentore podistico fu … il podista è solo!

E fu così che raramente corro in compagnia. E’ anche una questione di orari e di impegni che mi portano a correre non quando vorrei ma quando posso.

Quella di oggi è stata una delle rare occasioni in cui mi sono concesso e mi è stato concesso il piacere di correre con dei podisti … non con dei semplici corridori della domenica, ma gente seria che al piè veloce coniuga una acuta intelligenza tattica e una straordinaria volontà di porsi obiettivi impegnativi.

In programma c’erano circa 18 km equamente distribuiti tra erte toste, discese a rotta di collo e pianori velocissimi.

Del gruppo dei tre ero sicuramente il più stagionato e il meno performante, ma Felipe Gonzales e Salvo Runner non mi hanno voluto far pesare la differenza e, a parte il chilometro finale in cui ho assistito al loro decollo da 3 minuti e cocci, mi hanno preceduto lungo un bel percorso per il cui dettaglio, anche botanico, rinvio al post di Felipe, ma del quale voglio raccontarvi il mio personale punto di vista.

Sulla mia capacità di completare il percorso credo che entrambi i compagni di giornata non avessero dubbi, forse qualche dubbio lo nutrivano sulla possibilità che lo completassi tutto intero. Lungo il percorso, infatti, non si sono contati il numero di cani che abbiamo incontrato. Salvo Runner sembrava che avesse selezionato il circuito in funzione dei cani che ci avrebbe voltuo far conoscere … anche da vicino. Alcuni cani avevano un fare veramente feroce ma fortunatamente erano assicurati da robuste catene o all’interno di case e aziende recintate. Altri li abbiamo invece trovati a piede libero e il duo Salvo-Felipe intrepido li ha affrontati con fare spavaldo considerando che anch’io fossi pratico nella gestione del terrore canino. Me la sono vista brutta. Sarà stato che la mannara si è mossa a compassione ma per un po’ ho sospettato che avessero aspettato me per fare Pasquetta. Lungo il percorso però ci siamo resi conto che non tutti i cani sono pericolosi per i lombi degli atleti … i cani morti attentano soltanto alla pubblica salubrità. Salvo non ci ha voluto far mancare niente e dopo la meteora di discariche di munnizza rigorosamente abusive che abbiamo incontrato lungo il percorso, ci ha condotto, “casualmente”, all’incontro con la carcassa di un cane che certamente avrà fatto la gioia di tanti. Per stazza e per dentatura non pochi se lo ricorderanno. Gli abbiamo dedicato un sentito pensiero!

A parte ciò e a parte alcuni tratti del “circuito” lungo i quali ci si confronta con novelli pilota di formula 1 che ti sfrecciano rasenti per una autentica “sverniciata”, Piano Stoppa presenta dei percorsi veramente interessanti e sicuramente allenanti per chi si cimenta con le salite e non solo (velocità e trail non difettano). Suggestive le viste verso Palermo da Gibilrossa o verso Rocca Busambra dal monastero in cima a Gibilrossa.

E’ stata una bella mattinata di sport, in compagnia di autentici sportivi … peccato che per poterci reidratare siamo dovuti arrivare sino da Massaro nei pressi dell’Università!

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica