Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

Delle fatiche domenicali in città, plaghe, coste ed irti pendii isolani

Atlete Pah1330

Lo mastro Quartiero facea valere la triplice attitudine tra flutti, calle da percorrersi in velocipede e in pie’ veloce issandosi mirabilmente sul podio in quel di Zancle. Nel qual mentre nel più remoto angolo delle altre isole oltre Drepanum, dove dalla spuma emergono aguzze rocce, non di meno coriacei atleti ascendevano e discendevano le creste perigliose e silvane, fino al meritato refrigerio nelle cristalline acque! Anche là il poderoso Viller raggiungeva il sommo gradino del vincitore!
Ma nella città del nome della compagine, ben tre ore e mezza prima dell’orario uso, ardimentose ed ardimentosi (scombinati) dal piede stampato sulla maglia si dettero convegno lungo lo viale grande. Alcuni giunsero dopo aver mulinato fieramente catene e ruote dentate, o dopo ragguardevoli e mattiniere bracciate, orgoglio di Mastro Quartiero e sotto lo severo ciglio di Mastro Mauritius. Altri con caparbia determinazione pensavano non altro che alla corsa a piedi nella tremebonda calura. Nessuno di costoro ebbe la ventura de lo podio e de li premi, ma parimenti ebbe soddisfatto l’ardimento di misurarsi in duplice disciplina o ne la sola corsa a piedi nell’aere infuocata giunta dal deserto. (foto siciliarunnig)

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica