Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

Donne senza paura

10345840_665976420189366_2340961134886701930_n

Da : Ultramaratone, maratone e dintorni . Articolo di Adriana Ponari

Questa mattina un evento importante; così come a Milano si è voluto abbracciare l’iniziativa spontanea ed autogestita d’una corsa attraverso la propria città per portare solidarietà alla runner che lungo uno dei Navigli milanesi è stata aggredita, seviziata e alla fine salvata in tempo dalla violenza sessuale vile e orrenda di un gruppo di uomini.
Lei correva per la solita via, da sola, di mattino presto, per il solito allenamento; una Donna, in pratica, non ha il diritto di correre da sola…
Ecco il problema: Donna e sola!
Un’immensa ondata emotiva s’è avvolta attorno a Lei che da quel giorno non sarà più la stessa; umiliata e ferita nel più profondo!
Oggi, alla corsa indetta a Palermo, erano presenti molte Donne, ma anche molti Uomini consapevoli del fatto che non bisogna perdere l’occasione della solidarietà e dell’esserci per urlare.
Urlare per lo schifo che questi “mala tempora” ci stanno facendo provare e per il sentirsi a volte senza speranze! In tutto bisogna pensare alle generazioni future e a ciò che lasciamo in eredità; oggi alle giovani ragazze che hanno corso con le madri abbiamo lasciato nelle mani la nostra capacità di urlare, a loro la forza cambiare le cose
Il giro,di pochi km, ci ha visti lungo il nostro boulevard più bello: il Viale della Libertà arrivando fino al Giardino Inglese, che la Domenica mattina è da godersi fino in fondo; hanno corso con noi anche un Sole caldo e avvolgente e un Cielo azzurro che solo in Sicilia è unico in autunno;
Sarebbe auspicabile rendere istituzionale una corsa del genere; partecipare in tanti, in tantissimi: questo il sogno mio e di chi ha organizzato questa bella manifestazione di solidarietà ovvero Luisa Balsamo, nostra eccezionale Ultratrailer, che neanche il pochissimo tempo a disposizione ha fermato.

1456050_10204632413360908_7479668151320794836_n

Aggiungo una piccolissima riflessione personale scaturita dall’amicizia che mi lega alla DONNA purtroppo in questione

Tante volte mi sono trovata da sola lungo stradine nascoste e isolate di percorsi generalmente battuti da podisti , altrettante volte la paura e la tensione di essere infastidita da qualcuno mi ha portata a correre tanto da farmi credere di essere in corsa contro me stessa . Fortunatamente soltanto un paio di volte mi è capitato di imbattermi in loschi personaggi che hanno disturbato il mio percorso e mai ho avuto problemi ; ma quello che è successo ad “Irene” mi ha fatto riflettere moltissimo e mi ha ferita dentro profondamente . Oggi pomeriggio l’ho sentita al telefono e il mio cuore si è stretto al punto che per un attimo mi sono immedesimata in lei e ho cercato di immaginare come una DONNA può uscirne fuori da un’esperienza del genere senza aver un solco indelebile dentro .
IMPOSSIBILE , assolutamente IMPOSSIBILE .
Lei è una DONNA fortissima e sono sicura che in qualche modo farà , così come è riuscita a superare altre difficoltà, ma, il suo animo e la sua personalità resteranno per sempre scosse dalla brutalità di un gesto inutile e schifoso di quattro bastardi che continuano a girare indisturbati per le strade di Milano come se nulla avessero fatto . Anche noi DONNE abbiamo il diritto di fare tutto quello che desideriamo e allora perché ogni volta che ci accingiamo a correre o uscire da sole dobbiamo per forza chiedere la compagnia di un uomo , perché la nostra libertà ci viene violata dalla prepotenza e dalla brutalità di un uomo ? So che poco cambierà e che una semplice corsa non sarà risolutrice ma voglio che questo non sia che l’inizio di un movimento che spalanchi le porte alla nostra libertà di decidere come , quando e con chi fare quello che vogliamo .

10731079_799531013440900_7911623591936485531_n

Foto di Filippo Castiglia e Adriana Ponari

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica