Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

I Nebrodi e la corsa – 3Puntata

10848009_10204832648326657_7614807974695879172_n

Cadere è solo il motivo per rialzarsi e riprendere a correre.
Goliardia e determinazione, un mix che riesce solo “anapoco”!
Diceva bene Bill Bowerman “non esistono condizioni meteo sfavorevoli, solo runner poco determinati! (anapoco non erano ancora contemplati)


Viller Caruso
a parte le cadute, per fortuna senza danni, è stata una gara bellissima!

Marcello Mangia (e i dialoghi del ristoro)
………..
Grazie per essere qui , chissà che freddo per voi che state fermi !
……..
Buono il panettone !
tu , piccolino , ne vuoi un po’?
…………
Ma siete vivi ?
………
Beh’ io vado ….. Grazie veramente siete eroici !

Mi allontano e voltandomi guardo ancora una volta quella famiglia di volontari rinchiusa dentro una minuscola panda con il portellone posteriore aperto, tutti vicini uno all’altro, tutti con un sorriso accennato a metà tra stupore e vacuità. Gente generosa, mi viene voglia di abbracciarli, ma so che a loro non piacerebbe.

Liliana Anapoco Iron Imperiale
La mia prima gara lunga trail, al massimo avevo fatto 25 km sempre con temperature alte. Appena arrivata ho capito che sarebbe stata più dura del previsto, il problema maggiore, il freddo e la pioggia. La sorpresa di trovare la neve e di sentire già freddo nei primi 12 km mi ha fatto pensare che con la mia poca esperienza non potevo farne altri 30 così, però ho pensato subito che la gioia di finire avrebbe riscaldato dopo i miei piedi e le mie mani….a quel bivio 23/43 ho continuato, dovevo ritrovare il fango e abbandonare la neve, dovevo scendere velocemente per scaldare i piedi ormai dritti dal freddo, dovevo mangiare anche senza fame, non ho perso mai la positività, anzi ai ristori facevo anche battute a quei ” poveretti” che sentivano più freddo di me.
Mi sono ritrovata in mezzo ad una nevicata con nebbia fitta. Ma non ho avuto paura. Anzi mi sono fermata: ho assaporato per pochi istanti la tranquillità di quel momento e ho pensato alle persone che mi volevano bene e che dovevano essere preoccupate, certo sola, chissà dov’ero o se mi faccio male, cosa faccio? l’ho pensato, poi nuovamente il fango, il lago il bosco, ora mi posso rilassare il peggio è passato, ho fame, mortadella e mela possono andar bene, ora voglio arrivare!

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica