Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

La vigilia di 64 km di Trail dell’Etna

etna e madonie

Le vigilie hanno sempre un fascino particolare. La vigilia di una gara non sfugge a questa regola. Non dipende dalla lunghezza o difficoltà della gara ma dall’impegno e dall’importanza che assume (chissà cosa prova un atleta alla vigilia di una gara alle Olimpiadi indipendentemente se si tratti di 110 hs o di getto del peso?).
Considerando che le Olimpiadi saranno a Rio l’anno prossimo concentriamoci nel caso del Trail la cui partenza è prevista domani mattina alle 5.30 da Piano Provenzana: gli elementi dell’importanza ci sono tutti!

L’impegno della gara è rappresentato da alcuni sintetici dati: 64 km complessivi e D+ 3250m, quota massima 2900 m slm. Una partecipazione ad una gara del genere non si improvvisa, ciascuno dei concorrenti, a meno di qualche sconsiderato, ha condotto molti mesi preparazione, allenamenti vari ed anche molte gare per simulare le situazioni di gara.

L’impegno profuso in termini di tempo e di risorse fisiche e mentali è in qualche modo l’importo della scommessa che si gioca su una gara importante.

La vigilia è il momento in cui si cerca di focalizzare l’attenzione sui piccoli dettagli, l’equipaggiamento, le attrezzature, l’alimentazione. Qualcuno esagera in queste attenzioni ma è un effetto della posta, più alta la puntata più alta l’attenzione ed ovviamente delle caratteristiche personali. C’è chi è carico di tensione e chi è in grado di drammatizzare, chi controlla febbrilmente lo zaino, chi appare estremamente rilassato. Qualcuno non chiuderà occhio questa notte  preoccupato che la sveglia non dovesse funzionare e chi verrà svegliato dagli amici pochi minuti prima della partenza. Una cosa è certa tra l’Etna ed il trail c’è un feeling speciale e tutti i partecipanti lo sentono

 

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica