Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica

ecotrail della Luna di Giovanni Saja

ecotrail della Luna foto APonari

Era da un po di tempo che non partecipavo a gare di trail, dall’Ecotrail di Serre della Pizzuta dove per altro ho sbagliato percorso e mi sono parecchio incavolato perché stavo bene e pensavo di divertirmi e di fare una buona gara.

Caltavuturo è un trail che mi piace perché è un percorso con prevalenza di salite e discese, ci sono meno tratti di corsa in piano che non amo nei trail, e quindi ho deciso di partecipare, anche perché per ora sto bene e sono in uno stato di discreta forma.

Ho preferito non partecipare alla tappa notturna perché l’ultima (ed unica) volta che ho partecipato ad un trail notturno sono caduto e mi sono trascinato per mesi i postumi della caduta, per altro proprio qui all’ Ecotrail della Luna.

Quindi ci siamo messi in strada, il solito terzetto, io, l’inossidabile Maurizio D’Ippolito e DinoViller sempre più performante ed in forma smagliante, ho sperimentato la bretella dei Cinquestelle, dalla pendenza impegnativa ma molto utile per raggiungere Caltavuturo, siamo arrivati in paese in abbondante anticipo rispetto all’orario di partenza della gara.

La gara è partita con le migliori condizioni meteo, ne caldo ne freddo e soprattutto senza umidità, siamo praticamente già agli inizi del nostro splendido autunno.

Si affronta subito al salita al Castello che mi piace molto, la salita è il mio terreno, salgo con regolarità ma comincio a superare molti dei miei compagni gara partiti con un ritmo più spedito del mio, so che molti mi riprenderanno nella discesa molto tecnica che affrontiamo dopo lo scollinamento e così effettivamente avviene, in particolare a metà discesa sento uno spostamento d’aria e mi passa Viller a razzo, lui in discesa si esalta e da il meglio di se.

La parte centrale del percorso scorre velocemente, una sequenza di saliscendi molto scorrevole, e si arriva alla salita nel bosco, percorsa piacevolmente nell’ombra in preparazione dell’ultima fatica, la salita nella cava dove di ombra non se ne vedrà molta, anzi nulla, ma oggi le condizioni climatiche sono ottimali, la salita scorre velocemente e si arriva all’ultimo tratto di discesa dal Castello al traguardo, utilizzo gli ultimi frammenti di energia per una volata finale veramente veloce a completamento di una bella gara, sono soddisfatto, mi sono divertito e sono anche andato discretamente, ho approfittato della stanchezza dei miei compagni di gara che avevano già fatto la tappa notturna.

Bella gara, ed sempre un piacere a tornare a Caltavuturo, paese che non sfigura tra i borghi delle Madonie, mi ha fatto tornare la voglia di partecipare ai trail.

Condividi questo Articolo
Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo H 13,30 - Società Podistica